Mansioni badante: quali sono e che tipo di assistenza fornisce

Mansioni badante, la sua ricerca e la contrattualistica: tanti dubbi e oneri per la famiglia che si trova a dover prendere una decisione in merito, in una fase importante del loro ruolo di caregiver. Prima di tutto, è importante accertare quali attività può fornire, su base quotidiana, l’importante figura professionale rappresentata dai badanti.

Essi, infatti, rivestono un ruolo cruciale nella cura degli anziani e delle persone non autosufficienti, laddove i figli non possono fare tutto da soli. 

Ogni badante svolge un ruolo fondamentale nell’assistenza domiciliare, fornendo una vasta gamma di servizi volti a garantire il benessere e la sicurezza del paziente: a casa, in ospedale o nelle RSA.

Le sue mansioni giornaliere possono variare, naturalmente, in base alle esigenze specifiche del paziente. Il suo supporto può essere combinato a quello fornito dai caregiver che normalmente accudiscono i propri cari anziani o disabili.

Questo articolo si propone di esplorare in dettaglio le varie attività e responsabilità che una badante può svolgere nel corso della sua giornata lavorativa. In particolare, ci concentreremo sull’assistenza qualificata domiciliare che gli anziani possono comodamente ricevere, senza ricorrere a un ricovero in costose strutture.

Sapere quali attività è possibile delegare, permette di scegliere in modo più sereno e consapevole dell’assistenza dei propri cari.

 

Mansioni badante quotidiane

Ecco di seguito quali sono le mansioni del badante quotidiane, cioè le sue responsabilità fondamentali.

  1. Assistenza nella cura personale, come vestirsi, fare la toilette e l’alimentazione. Quest’assistenza, seppur apparentemente semplice, richiede molta pazienza, sensibilità e attenzione ai dettagli, per garantire il comfort e la dignità del paziente.
  2. Somministrazione dei farmaci, in particolare prescritti al paziente da un medico, seguendo scrupolosamente le sue indicazioni. A tal scopo, è fondamentale che il badante abbia una conoscenza approfondita dei diversi farmaci e delle loro posologie per garantire una corretta somministrazione.
  3. Assistenza nelle attività domestiche leggere, come le faccende domestiche all’interno della casa del paziente, includendo la pulizia degli ambienti, la preparazione dei pasti, il lavaggio della biancheria e la gestione delle spese domestiche.
  4. Compagnia per il paziente, si tratta di un ruolo importante nel fornire anche supporto emotivo al paziente. La relazione tra il badante e il paziente è ottimale quando è caratterizzata dalla fiducia, dalla gentilezza e dalla pazienza necessarie per costruire un legame significativo.

Modalità di erogazione delle mansioni del badante

Come è facile comprendere, a un badante è richiesta capacità di organizzazione e di essere multitasking.

La modalità di erogazione delle mansioni del badante presso la dimora dell’assistito può svolgersi con un contratto solo per alcune ore al giorno, part-time o full-time, o in formula di convivenza se si vuole garantire un’assistenza continua. Il bisogno principale da soddisfare è quello dell’assistito per cui si tratta di trovare un punto di incontro tra le cure di cui ha bisogno e il tempo necessario per garantirle costantemente.

In alcuni casi, una badante può essere richiesta a fornire assistenza anche durante le ore notturne. In questo caso, le mansioni di una badante convivente possono includere il supporto per gli spostamenti in bagno, la somministrazione di farmaci e il monitoraggio della persona assistita durante il sonno. 

È fondamentale che la badante sia, perciò, in grado di rimanere vigile e reattiva durante le ore notturne. All’occorrenza, quindi, si può stipulare un accordo per le sole ore notturne.

Naturalmente, le mansioni dei badanti conviventi non possono includere un’assistenza 24 ore al giorno. Come stabilito dal contratto CCNL di colf e badanti, ciascun lavoratore ha diritto a delle ore di pausa in base al numero di ore di lavoro che è tenuto a svolgere. In merito a questo punto, è cura dell’agenzia Royal Assistance di riferimento organizzare mansioni e turni di due badanti.

Coordinamento con il personale medico

Un’altra parte importante del lavoro di una badante è il coordinamento con il personale medico che ha in cura la persona anziana o non autosufficiente. 

Questo può includere la comunicazione con la famiglia, piuttosto che con il medico curante, gli infermieri e fisioterapisti a domicilio, oppure O.S.S. per garantire una corretta gestione delle cure.

 

Formazione richiesta per svolgere mansioni da badante 

Diventare un badante professionale richiede competenze e qualifiche specifiche. È consigliabile seguire una formazione appropriata per acquisire esperienza pratica nel settore dell’assistenza domiciliare. 

Esistono diversi percorsi di formazione disponibili per i badanti, come corsi specifici di assistenza domiciliare, programmi di certificazione o la formazione specializzata che ricevono i badanti che collaborano con Royal Assistance. 

È importante scegliere il percorso più adatto alle proprie esigenze e interessi, continuando ad aggiornare le proprie competenze. Ciò è essenziale per garantire un’assistenza di qualità e mantenere il benessere sia del paziente che del badante stesso.

Non solo mansioni di assistenza: serve creare una relazione

La relazione tra il badante e il paziente conta quanto la natura dei servizi erogati nell’assistenza domiciliare. 

La fiducia, la gentilezza e la pazienza sono qualità essenziali per costruire un legame significativo con il paziente. Tuttavia, possono sorgere sfide emotive nel gestire situazioni delicate come la malattia o la disabilità del paziente. 

È importante che il badante riceva il supporto emotivo necessario, sia da parte della famiglia del paziente che da parte di professionisti del settore della salute mentale, per prevenire l’esaurimento emotivo e il burnout.

Differenza tra i badanti e mansioni di altre figure professionali

C’è differenza tra il ruolo del badante e quello di altre figure professionali come, ad esempio, gli infermieri domiciliari o gli O.S.S. (Operatori Socio Sanitari).

Mentre gli infermieri domiciliari sono, spesso, responsabili di fornire cure mediche più complesse, il badante si concentra principalmente sull’assistenza personale e domestica. Alcuni O.S.S., invece, possono essere inviati dall’ASL di competenza per svolgere determinate cure come il cambio di medicazioni o del malato qualora sia allettato. 

Il ruolo unico e prezioso del badante risiede nella sua capacità di fornire un’assistenza concretamente personalizzata e su base continua, diventando una persona familiare all’anziano.

Sappiamo che non è facile trovare un professionista che contempli tutte queste caratteristiche e che abbia già delle ottime referenze. Di questo, del resto, possiamo occuparci noi, sollevando i caregiver o gli anziani stessi da questo compito.

Lascia a noi la parte di ricerca, selezione e quella burocratica per assumere in piena regola una badante professionista.

 

Pubblicato nella categoria

Condividi questo contenuto sui social

Torna in alto
Torna su