Allevare api: un lavoro per gli anziani in pensione

Allevare api è un tema molto importante che riguarda gli anziani e la loro vita dopo il pensionamento. L’apicoltura è, infatti, un’attività che può essere svolta anche in età avanzata e che offre molteplici benefici sia per la salute che per la vita sociale.

È importante sottolineare come avviare un allevamento di api non sia soltanto un hobby o un passatempo. Anche per chi inizia come semplice appassionato, può ambire a costruirsi una vera e propria fonte di reddito.

Questo è reso possibile grazie alla produzione di miele ma non solo. Sono diversi i prodotti delle api, come ad esempio, la cera d’api, propoli, pappa reale e il polline. 

Cosa fondamentale è che si tratta di un lavoro per gli anziani completamente sostenibile e salutare per chi lo svolge.

Di quali altre motivazioni ha ancora bisogno una persona che ama la natura e vuole avere una nuova passione? In questo articolo proviamo a rispondere a tutte quelle domande che possono venire in mente.

Allevare api come lavoro dopo la pensione

Oggi il tema delle api è oggetto di frequente discussione in quanto le condizioni ambientali rendono difficile la sopravvivenza di questa specie.

Pesticidi, sfruttamento eccessivo del suolo e cambiamenti climatici sono solo alcuni dei fattori che fanno emergere la possibilità d’estinzione per questi insetti.

Anche l’ONU vuole sensibilizzarci su questo tema e ha indetto la World Bee Day. Una giornata mondiale che sottolinea quanto sia fondamentale preservare le condizioni di vita delle api.

Ciò accade nonostante sia riconosciuta l’importanza del processo di impollinazione preservare gli ecosistemi e i benefici conseguenti per tutta la natura.

La gran parte delle forme di vita vegetali e animali deve la propria esistenza proprio grazie al ruolo svolto dalle api impollinatrici. Non solo, anche noi esseri umani abbiamo bisogno delle api.

Di per sé questi sono già validi motivi per cui una persona anziana potrebbe voler intraprendere l’allevamento delle api.

Apicoltura, tutti i vantaggi per le persone anziane

Sono davvero tanti i benefici che un’attività come allevare api può garantire a una persona anche avanti con l’età.

  • Si tratta di un’attività molto salutare che da modo di trascorrere del tempo all’aria aperta, in contatto con la natura e gli animali. È, quindi, un’esperienza che fa bene sia al fisico che alla mente.
  • Lavorare con le api aiuta a mantenere la mente attiva.
  • Offre opportunità di socializzazione perché si possono incontrare nuove persone durante i corsi, gli acquisti o le sagre e fiere a cui si partecipa.
  • Può essere svolta in compagnia di familiari o amici, se per caso non ci si vuole buttare da soli in questa nuova avventura.
  • Chi sceglie di partecipare a fiere ed eventi del settore, può conoscere appassionate di questo settore, spostarsi sul territorio e fare nuove esperienze.
  • I prodotti che si possono commercializzare sono diversi, oltre al miele;
  • Si può sviluppare un business ecosostenibile e legale, per piccolo che sia.

Anche chi non è orientato alla grande produzione di miele e dei suoi prodotti derivati, può beneficiare di questo lavoro in età pensionabile o avanzata. Per considerarsi professionisti, infatti, bisognerebbe avere più di cento alveari.

Seppur con risultati minori, solo il fatto di avere a disposizione miele per il consumo personale e della propria famiglia, è motivo di soddisfazione oltre che risparmio.

Antiossidante e antinfiammatorio naturale, il miele può edulcorare bevande e pietanze al posto dello zucchero, una sostanza raffinata. Inoltre, tra le proprietà dei prodotti derivati dal miele (come la propoli) ci sono gli effetti decongestionanti e antibatterici.

Un alimento decisamente utile per la nostra salute e per la gola durante la stagione fredda.

Come si diventa apicoltore?

La prima cosa da fare è sicuramente quella di informarsi consultando le risorse in rete. Tuttavia per apprendere le basi per avviare questo lavoro, non è sufficiente solo carpire informazioni qua e là.

Per diventare un vero apicoltore, è necessario fare un corso di primo livello scegliendo tra quelli organizzati da associazioni e da professionisti del settore. Per esempio, le persone anziane che vogliono allevare api possono valutare di iniziare come collaboratori presso apicoltori più esperti.

Fare esperienza è il modo milgiore per apprendere le tecniche di lavoro, le strategie di produzione e prendere confidenza con le api.

Ecco quali sono i passi per organizzare la propria attività per la produzione di miele:

  • fare un corso da apicoltore di primo livello;
  • individuare uno spazio adeguato dove poter porre le arnie;
  • acquistare la strumentazione base;
  • munirsi di un vestiario protettivo adeguato per ripararsi da eventuali punture delle api;
  • fare pratica per acquisire abilità nel controllare la sciamatura.

Requisiti per diventare apicoltore

È di aiuto un’ottima capacità di osservazione e attenzione ai dettagli. Allevare le api è sinonimo di pazienza e costanza.

Bisogna avere una buona dose di organizzazione personale e del lavoro. Il rispetto di alcune norme di sicurezza, è fondamentale al fine di evitare spiacevoli incidenti.

Allevare api è un modo utile e sano per riuscire a trovare gratificazione, vitalità. Avere un lavoro per le persone in pensione significa avere un obiettivo nella quotidianità: il che concorre a creare quella sensazione di benessere a cui noi tutti ambiamo.

Avere una passione e un impegno, come può essere l’apicoltura, soddisfa il nostro bisogno di appagamento e di muoversi di più. Allevia il senso di solitudine che può avvertire chi ha terminato la propria carriera lavorativa.

Segui la nostra sezione News per informarti su ciò che favorisce il benessere degli anziani, oltre a conoscere meglio i nostri servizi di assistenza domiciliare qualificata nella provincia di Padova.

Pubblicato nella categoria

Condividi questo contenuto sui social

Torna in alto