Una piccola guida al mondo dei sogni

Immagine fantastica di letto volante con ragazza dormiente in cielo crepuscolare

I sogni: a volte inquietanti, a volte estatici, ma sempre misteriosi. A interrogarsi su quale sia il significato dell’intricato mondo dei sogni sono in molti: psicologi, neurologi e studiosi di vari campi, ma anche mistici e veggenti. Tutti loro hanno teorie e credenze specifiche su cosa siano e a cosa servano questi bizzarri “effetti collaterali” del sonno.

Alcune teorie sostengono che possano indicare fatti enigmatici riguardanti i nostri desideri inconsci e il nostro io più profondo, altri pensieri più o meno scientifici ritengono che possano essere i nostri antenati che ci parlano, altri ancora che possano addirittura svelarci il futuro…

“Gli uomini in stato di veglia hanno un solo mondo che è loro comune.

Nel sonno, ognuno ritorna a un suo proprio mondo particolare.“ – Eraclito

Il fatto maggiormente riconosciuto come veritiero sul mondo dei sogni rimane semplicemente quello che descrive questo evento: un fenomeno psichico correlato in particolare alla fase REM del sonno, caratterizzato dalla visualizzazione di immagini, suoni e altre percezioni sensoriali riconosciute che vengono vissute come apparentemente reali dal soggetto sognante.

Del mondo onirico spesso ricordiamo solo pochi frammenti, che tuttavia rimangono un elemento importante della nostra storia. Il valore sociale attribuito ai sogni da regnanti, santi e artisti, fa sì che questi abbiano avuto, di tanto in tanto, perfino il potere di influenzare le sorti dell’umanità.

Il mondo dei sogni nelle culture globali

Il mondo del Sogno è quel tempo che precede la creazione, in molte delle tradizioni aborigene australiane: una fucina informe popolata da spiriti e altre creature metafisiche, che con le loro azioni avrebbero dato forma alla Terra per come la conosciamo oggi. Una dimensione però non appartenente al passato, ma sempre accessibile: attraverso i sogni, appunto. Grazie ai quali si possono indagare presagi, afflizioni e cataclismi, ma soprattutto si può dialogare con “l’ultraterreno”.

Non solo nelle culture animiste o in quelle esotiche il sogno ha un ruolo così determinante. Nella stessa storia del cristianesimo questo fenomeno riveste un compito di prim’ordine, per quanto di esso non esista un’interpretazione religiosa ufficialmente riconosciuta.

Già nell’Antico Testamento questo evento viene frequentemente citato quasi sempre come contatto con il divino e in funzione di rivelazione. È nel mondo dei sogni che un angelo comunica all’imperatore Costantino “In hoc signo vinces” (sotto questo segno vincerai), riferendosi al simbolo della croce e all’imminente battaglia con i pagani di Massenzio.

È dai sogni febbrili, causati da una forte malattia, che Dante parrebbe essersi ispirato nella sua opera immortale la “Divina Commedia”. O, come addirittura sosterrebbero alcuni ricercatori, dalle allucinazioni di un disturbo narcolettico, del quale parrebbe il poeta fosse vittima.

Narcolessia e sogni

La narcolessia è un disturbo neurologico che si manifesta con l’eccesso di sonnolenza diurna, episodi di cataplessia (improvvisa debolezza muscolare) e attacchi incontrollabili di sonno, nei più diversi momenti della giornata. Non sono ben chiare le origini di questo problema: le ipotesi più accreditate riguardano l’origine genetica o quella di una reazione autoimmune, che distrugge le cellule nervose di alcune aree cerebrali specifiche.

Il mondo dei sogni ha un carattere molto vivido e intenso in chi soffre di narcolessia, spesso spaventoso e causa di frequenti risvegli durante la notte: fattore che mina ulteriormente la qualità del riposo di chi ne è vittima.

Tuttavia, solo in rari e particolarmente gravi casi i narcolettici necessitano assistenza. L’utilizzo di farmaci rimane invece una tappa spesso obbligatoria per poter arginare gli effetti più invalidanti di questo disturbo, ad ora incurabile.

Il mondo dei sogni come strumento per
indagare noi stessi

Uno degli ambiti che più si è speso nel cercare di dare una spiegazione e un senso allo stato onirico, è sicuramente quello della psicologia. A dare grande enfasi a questo fenomeno in epoca moderna è inizialmente Sigmund Freud con la teoria e dottrina della psicoanalisi. In questa il sogno maschera un desiderio dello stato di veglia (perlopiù inconscio) non appagato.

Ciò che viene teorizzato sul mondo dei sogni dal padre della psicoanalisi viene arricchito (e parzialmente contraddetto) dall’allievo Carl Gustav Jung, che anch’esso ne fa punto cardine del proprio lavoro sui pazienti. Per Jung i sogni sono solo in minima parte manifestazione dei desideri inconsci: spesso sono simboli che mascherano un contenuto remoto nella vita del sognatore e talvolta comune agli individui di una stessa cultura. Secondo Jung, cioè, nel sogno si mischiano elementi della psiche individuale con elementi culturali della psiche collettiva.

Oltre che nella psicoanalisi, anche in altre teorie più o meno recenti di psicologia l’analisi dei sogni ha un particolare rilievo nei percorsi di psicoterapia.

Psicoterapia e analisi dei sogni

È proprio l’emergere di nuovi studi e di nuovi strumenti, atti all’investigare in profondità la fase REM (rapid eye movement), e i prodotti di questa fase del sonno, che ha portato alla formulazione di nuove teorie. Teorie nelle quali i sogni sono veri e propri processi mentali dotati di significato, che se opportunamente contestualizzati nella terapia, possono fornire utili elementi alla cura del paziente.

“L’interpretazione del sogno è di regola un compito arduo. Essa presuppone penetrazione psicologica, capacità di combinare insieme cose diverse, intuizione, conoscenza del mondo e degli uomini e soprattutto conoscenze specifiche che implicano tanto nozioni assai estese, quanto una certa “intelligence du coeur”.”  – Carl Gustav Jung

Contatti

Sedi

iscriviti alla
nostra newsletter

seguici su facebook

© Royal Assistance – info@royalassistance.it
Privacy Policy | Cookie Policy
Web Design: GrigioWeb
Posizionamento siti internet by Logica di Luigi Loconte
© Royal Assistance – info@royalassistance.it
Privacy Policy | Cookie Policy
Web Design: GrigioWeb
Posizionamento siti internet
by Logica di Luigi Loconte